letteratura1
letteratura2
letteratura3

Più libri più liberi 2015Roma, dal 4 all’8 dicembre 2015
La 14° edizione di Più libri più liberi, la Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria promossa e organizzata da AIE – Associazione Italiana Editori conferma la propria vocazione alla costante esplorazione di tutte le forme di scrittura e narrazione contemporanea e con 53 mila presenze e tanti appuntamenti da “tutto esaurito”,raccoglie i frutti degli anni di resistenza di fronte alla crisi, puntando sulla vastità dell’offerta di temi, autori, formati, il coinvolgimento dei giovani lettori e l’incontro fra autori, editori e lettori.

La migliore risposta all’appello formulato dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella inviato alla manifestazione: “È necessario adoperarsi per garantire la maggiore libertà editoriale possibile”.
E l’intreccio di editori, autori, librai, operatori professionali e visitatori, ha richiamato lo spirito delle parole del Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Dario Franceschini: “Dobbiamo lavorare tutti insieme, istituzioni ed editori, librerie fisiche e online, grandi e piccoli, non dividendoci in un settore del mercato né rassegnandoci ad avere pochi lettori in Italia”.

Più libri più liberi 2015 - Ministro Franceschini

L’intervento alla cerimonia di inaugurazione del Ministro Dario Franceschini.

 

Vivace e poliedrica, Più libri più liberi conclude la 14° edizione rilanciando la scia di successi degli anni precedenti, con grande soddisfazione degli espositori, soprattutto per l’aumento delle vendite e un pubblico mirato, che sa cosa vuole acquistare e si fida dei consigli dei propri editori preferiti. Riuscitissime anche le presentazioni, che hanno fatto da traino anche per altri titoli di catalogo oltre alle novità.

 

Orgogliosi gli organizzatori: il direttore della Fiera Fabio Del Giudice commenta: “Il successo della Fiera, anno dopo anno, si spiega con l’entusiasmo, la professionalità e lo spirito di innovazione degli editori indipendenti. E con la vocazione a seguire lo spirito dei tempi, come abbiamo fatto quest’anno aprendo per esempio alle nuove narrazioni degli YouTubers e organizzando momenti di riflessione sui temi più caldi dell’attualità”. E aggiunge: “In questa edizione abbiamo avuto un pubblico molto propenso agli acquisti, tanto che l’80% degli editori ha dichiarato di aver venduto come o più dell’anno scorso”. Una risposta anche al clima di paura per gli attentati: “La gente ha continuato a venire in Fiera, anche per seguire i numerosi incontri dedicati all’attualità: dai fatti di Parigi a Mafia Capitale. È la prova che per fortuna siamo ancora in tanti a credere che la cultura, l’approfondimento e la condivisione siano le armi più efficaci contro ogni forma di violenza”.

Più libri più liberi 2015 - Federico Motta presidente AIE

Federico Motta, nuovo Presidente dell’AIE.

 

 

 

Tanti fili rossi per una Fiera che quest’anno più del solito ha visto il pubblico protagonista e preparato, molto apprezzato dagli editori che nei giorni della manifestazione hanno potuto incontrare i propri lettori e consolidare un rapporto che prosegue per tutto l’anno.


Più libri più liberi 2015 - Antonio Monaco presidente Piccoli editori

L’intervento di Antonio Monaco, Presidente del Gruppo dei piccoli editori dell’AIE. 

 

Antonio Monaco, Presidente del Gruppo dei piccoli editori dell’AIE e direttore delle edizioni Sonda commenta: “Mi sembra che il pubblico romano sia non solo consolidato ma anche maturo e che grazie all’esperienza di Più libri riconosca gli editori, sulla base dei propri interessi e delle proprie esigenze, e quindi vada a colpo sicuro verso i progetti editoriali a loro più affini. In questa edizione abbiamo lanciato un appello per coinvolgere sia tutti gli operatori della filiera che tutti i soggetti istituzionali e sociali che possono avere a cuore le sorti della lettura e del libro. Abbiamo un anno davanti a noi prima della prossima edizione della Fiera per proporre un programma ad ampio raggio in grado di accompagnare e rafforzare questa ripresa della piccola e media editoria italiana”.
Per Romano Montroni, Presidente del Centro per il libro e la lettura, è stata “un’esperienza coinvolgente: è come tornare a fare il libraio, solo che questa libreria è gigantesca e racchiude una varietà straordinaria di storie. Bellissimo vedere tanta gente e soprattutto tanti bambini e ragazzi aggirarsi fra gli stand e sfogliare pagine”.


Più libri più liberi 2015 - Asessore Lidia Ravera

L’intervento dell’Assessore Lidia Ravera.

 

Lidia Ravera, Assessore alla Cultura e Politiche giovanili della Regione Lazio, commenta: “Anche quest’anno, per la quattordicesima volta, nonostante il terrorismo dell’antiterrorismo (evitare gli eventi, i luoghi affollati, eccetera), la festa/fiera della piccola e media editoria è stata un successo. Di pubblico, di stimoli critici, di pensieri e parole. Nelle sale dove, al ritmo di uno all’ora, ferveva lo scambio di idee, nei corridoi fra gli stand, dove sfilava ordinata la curiosità dei lettori, è circolato e ha sostato e si è fatto vedere e sentire l’amore per i libri. Mi sono sentita a casa, come sempre da più di dieci anni. E anche ottimista sul futuro dell’editoria indipendente: non c’è fusione acquisizione o concentrazione che possa indebolire davvero chi ha scommesso sul desiderio di leggere, di scrivere, di confezionare editare e distribuire libri. Perché nei libri c’è l’intelligenza degli altri, l’unico antidoto efficace a ciò che ci fa davvero paura: l’indifferenza, la solitudine, la noia”.
Evidente la soddisfazione di Cristina Selloni, Direttore dell’Istituzione Biblioteche di Roma: “Oltre 2.500 bambini hanno partecipato ai laboratori, incontri e letture a voce alta nello Spazio ragazzi gestito da Biblioteche di Roma e più di 4.000 tra genitori e insegnanti hanno ascoltato i tanti momenti di approfondimento sulla editoria per bambini e adolescenti. Una buona partenza si è registrata anche per la Bibliocard, la nuova card a sostegno dello sviluppo delle Biblioteche. Tantissimi i testimonial eccellenti che hanno voluto dare il proprio contributo: da Erri de Luca a Francesco Piccolo, da Massimo Carlotto a Giancarlo de Cataldo, da Ascanio Celestini a Zerocalcare e moltissimi altri ancora. Un successo che conferma che le iniziative culturali di qualità e le giuste alleanze tra scrittori, editori e biblioteche garantiscono il gradimento e la partecipazione dei cittadini romani”.

(Le foto precedenti si riferiscono alla cerimonia ufficiale di inaugurazione del 4 dicembre 2015 e sono di Mario Alvarez).

*** *** ****

La fiera ha dedicato un focus ad uno dei fenomeni più interessanti emersi negli ultimi cinque anni: quello degli “YouTubers”, gli autori di video distribuiti attraverso il servizio web YouTube. Alcuni dei principali protagonisti di questa nuova forma di comunicazione sono teenager che parlano ai loro coetanei ma esiste anche un interessante filone sviluppato da autori più adulti (nella fascia tra i 25 e 35 anni), che propongono sperimentali intrecci tra l'immediatezza tipica di Internet e i linguaggi classici del cinema, dell'informazione, della serialità televisiva. Ecco perché la Fiera ospita domenica 6 Alessandro "Shooter Hates You" Masala (alle 15 con Breaking Italy. Informazione e Intrattenimento su YouTube) e The Pills (alle 17 l’incontro The Pills: le rockstar del web alla conquista del cinema, coordina Luca Valtorta).
Il progresso della tecnologia e l'evoluzione della creatività forniscono all’umanità modi sempre nuovi di raccontare storie e coinvolgere il pubblico. È un percorso che spesso crea divari generazionali, conquistando le fasce più giovani della popolazione per la freschezza e naturalezza con cui viene adottato il loro linguaggio e lasciando più indifferenti le altre per l’irriverenza con cui si sovvertono schemi tradizionali e modelli consolidati. Come è accaduto con l'irruzione dei fumetti e della musica rock, ormai inseriti di diritto nel canone culturale contemporaneo ma in origine ristrette e apprezzate da un pubblico rigorosamente giovanile, oggi assistiamo su Internet alla diffusione di narrazioni che utilizzano in modo innovativo e di rottura gli strumenti offerti dalle reti digitali. A Più libri più liberi il pubblico potrà confrontarsi direttamente con due di loro.

Più libri più liberi


Cagliaritano, classe 1984, Alessandro "Shooter Hates You" Masala (youtube.com/user/ShooterHatesYou) rappresenta invece un caso piuttosto inedito di “YouTuber” che è riuscito ad attirare l'attenzione del pubblico non attraverso l'intrattenimento, bensì con un vero e proprio notiziario web. Su Breaking Italy, con appuntamenti quotidiani dal lunedì al giovedì, Alessandro "Shooter Hates You" Masala raccoglie e commenta le principali notizie del giorno, spaziando dalla politica alla cronaca, dalla scienza alla tecnologia, dal costume al gossip. Una moderna forma di rassegna stampa web, attorno a cui negli anni si è radunata una robusta community (oltre 240mila iscritti, 50 milioni di visualizzazioni), molto attiva nei commenti e alimentata prevalentemente da quelle fasce di pubblico giovane che oggi appaiono sempre più difficili da intercettare dai tradizionali canali di informazione. Due volti diversi – quelli dei The Pills e di Alessandro "Shooter Hates You" Masala – con cui Più libri più liberi esplora e racconta il nuovo mondo delle narrazioni interattive e multimediali online.

Più libri più liberi


I The Pills (youtube.com/show/thepills), che hanno un film in uscita nelle sale il 21 gennaio, sono un collettivo comico romano formato da Matteo Corradini, Luigi Di Capua e Luca Vecchi. Diventati famosi grazie all'omonima web series, che su YouTube ha raccolto 115mila iscritti e 20 milioni di visualizzazioni, raccontano con ironia “la crisi dei nuovi trentenni”, tra difficoltà lavorative, mancanza di prospettive per il futuro e un'eterna sindrome di Peter Pan. Per loro il web è stato la rampa di lancio di una carriera che non è rimasta confinata alla dimensione internettiana, sfociando prima sul piccolo schermo (la seconda stagione di The Pills è stata trasmessa su Italia 1 e il trio ha firmato la sketch-comedy Zio Gianni su Raidue), quindi al cinema (a gennaio uscirà il loro primo film, Sempre meglio che lavorare, con Gianni Morandi e Giancarlo Esposito di Breaking Bad). Simbolo sia dei nuovi percorsi creativi del secolo digitale, sia del fervore artistico che – vedi anche il caso di Zerocalcare – sta rivitalizzando la scena capitolina partendo dalle sue periferie.
Sul web Più libri più liberi è presente attraverso gli aggiornamenti del sito ufficiale www.piulibripiuliberi.it e grazie all'attività sui social network che affiancano il claim #peramoredeilibri all’hashtag ufficiale #piulibri15.

Più libri più liberi

Promossa e organizzata dall'Associazione Italiana Editori, con il sostegno di Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Centro per il Libro e la Lettura, Regione Lazio, Roma Capitale - Assessorato Cultura e Sport, ICE - Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane, in collaborazione con Biblioteche di Roma e l'azienda per i trasporti capitolina Atac e con la media partnership di Rai, Radio3, Rai3, Rainews24, la Repubblica, L’Espresso e Repubblica.it, la Fiera non è solo un punto di riferimento per la proposta e il lancio di nuovi autori internazionali, ma si conferma osservatorio insostituibile sulla varietà della produzione italiana.

 

Più libri più liberi 2015 - Per amore dei libri

 

Info:
www.piulibripiuliberi.it

 

Sacro Urbano

Progetto itinerante
di Mario Alvarez

Online gallery

Rassegna stampa

La rassegna stampa di AmarilloArt

Il Libro della Terra

L’Albero del Libro

arbol del libro

AmarilloArt

AmarilloArt è un’associazione, un laboratorio culturale, che promuove l’arte e la creatività in tutte le sue forme.
Oltre alle attività e alle iniziative artistiche organizzate da AmarilloArt Gallery, si occupa della diffusione e dell’approfondimento di notizie culturali con AmarilloArt Magazine, della promozione di iniziative legate al libro e alla letteratura con AmarilloArt Letteratura e di tante altre attività, che troverete in parte documentate in questo sito.  [Condizioni d’uso e Privacy]  [Cookie Policy]


 

Contatti

 
Scrivici a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
 
+39 05221601249

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.