magazine1
magazine2
magazine3

Paola CremaRoma, fino al 12 dicembre 2015
Solo pochi giorni per visitare a Roma, presso la Biblioteca Angelica, vicino a piazza Navona, l’esposizione personale di Paola Crema. Una mostra preziosa che oltre alle sculture in bronzo e alle elaborazioni fotografiche tipiche dell’archeologia immaginaria dell’artista fiornetina, unisce anche i suoi gioielli-scultura, pezzi unici che paiono anch’essi riemergere da un lontano, mitico passato.

 

 

Paola Crema1

“Nel sovrapporsi continuo di ricordi e immagini l'artista ci rammenta l'insondabile verità che accomuna dei, opere e mortali: Tempus ridet, sed brevi rodet. Ovvero l'eterno movimento delle cose come caratteristica essenziale dell'esistenza, dove ogni elemento muta all'interno di una sistema universale concepito come organismo vivente in continuo divenire sotto l'egida del tempo che sorride ma in breve distrugge ogni cosa dopo il suo passaggio…” Elena Gradini

.

(Nell’immagine: Antinea - antropo. 2005, bronzo, cm 96x46x30).

L’archeologia immaginaria di Paola Crema è il frutto di un gioco concettuale teso a farci credere che le sculture da lei realizzate sono in realtà reperti riemersi da un continente perduto. Ed il gioco è ancora più complesso nelle sue opere  fotografiche, nelle quali “documenta” l’attimo del ritrovamento,mentre in realtà il set - distrutto subito dopo aver effettuato la ripresa - è ottenuto usando quelle sculture da lei stessa prima realizzate. Un gioco di rimandi intrigante con risultati sorprendentemente convincenti.


Paola Crema, artista poliedrica, si è per anni dedicata prevalentemente all’arte orafa - sia insoliti gioielli che sculture in argento e materiali preziosi (corallo, cristallo di rocca, perle, pietre semipreziose) -, con creazioni da moderna Wundercammer, che nel 2007 sono stati esposte per quasi un anno a Palazzo Pitti, al Museo degli Argenti e delle Porcellane.

Negli ultimi anni ha ampliato il suo campo di interesse dedicandosi prevalentemente alla scultura in bronzo di grandi dimensioni, con risultati che le hanno valso il Premio Internazionale Le Muse 2008, e infine giungendo alla fotografia come espressione d’arte.

Ha frequentato l’Accademia delle belle arti di Firenze dedicandosi subito allo studio dell’antichità ma anche del design, ed esplorando a fondo il mondo antiquariale nel quale ha operato con grande successo.

La cultura dell’antico e l’amore per il mondo classico hanno portato l'artista a dar forma a sculture sapientemente modellate, dando corpo alla sua archeologia immaginaria in un percorso concettuale che simula ritrovamenti archeologici, concretizzati nelle sue opere in bronzo e talvolta trasferiti, con un gioco di apparente documentazione, in splendide immagini fotografiche che ci fanno partecipare agli “scavi immaginari” di Paola Crema.

Vive e lavora a Firenze e a Roma.


Paola Crema2

Paola Crema5

Paola Crema4

Paola Crema3

Le immagni si riferiscono all’inaugurazione di mercoledì 9 dicembre (fotografie di Mario Alvarez).

 

Info

Sommerse visioni
dal 9 al 12 dicembre 2015
Biblioteca Angelica
, Piazza Sant’Agostino 8 - Roma
www.paolacrema.com

 

Sacro Urbano

Progetto itinerante
di Mario Alvarez

Online gallery

Rassegna stampa

La rassegna stampa di AmarilloArt

Il Libro della Terra

L’Albero del Libro

arbol del libro

AmarilloArt

AmarilloArt è un’associazione, un laboratorio culturale, che promuove l’arte e la creatività in tutte le sue forme.
Oltre alle attività e alle iniziative artistiche organizzate da AmarilloArt Gallery, si occupa della diffusione e dell’approfondimento di notizie culturali con AmarilloArt Magazine, della promozione di iniziative legate al libro e alla letteratura con AmarilloArt Letteratura e di tante altre attività, che troverete in parte documentate in questo sito.  [Condizioni d’uso e Privacy]  [Cookie Policy]


 

Contatti

 
Scrivici a info@amarilloart.es
 
 
+39 05221601249

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.