magazine1
magazine2
magazine3

Gustavo Aceves mostra LapidariumRoma, fino al’8 gennaio 2017
Lapidarium è un intervento monumentale di scultura contemporanea, ideato dall’artista messicano Gustavo Aceves, che trova spazio nella suggestiva area archeologica di Roma, in un percorso che si snoda dall’Arco di Costantino alla Piazza del Colosseo fino ai Mercati di Traiano. 40 enormi sculture di cavalli “invadono” Roma per questo progetto di Aceves, uno degli artisti autodidatti messicani più importanti e riconosciuti all’estero, soprattutto in Europa.

 

Composto da 40 sculture singole – alte dai 3 agli 8 metri e in alcuni casi lunghe fino a 12 metri – Lapidarium è un progetto ‘in fieri’ dalle dimensioni e dall’ambizione fuori dal comune: un work in progress che durante il suo tour intorno al mondo crescerà di tappa in tappa fino a comprendere in tutto 100 opere differenti. Dal 2014, anno in cui fu presentato in anteprima a Pietrasanta, fino alla sua inaugurazione ufficiale nel 2015 a Berlino, alla Porta di Brandeburgo, un vasto pubblico ha già avuto modo di ammirare quest’opera straordinaria.
Lapidarium rappresenta il tentativo di Aceves di dare una risposta dinamica e forte a una delle questioni più pressanti e dibattute dei nostri tempi: l’emergenza migratoria. L’artista raggiunge questo obiettivo dando forma al pensiero che si tratti di una crisi dalle radici profondamente radicate nella storia, dal momento che ogni scultura in Lapidarium rappresenta un momento di una particolare diaspora della storia antica.
Uno degli obiettivi di Lapidarium è di portare l’attenzione sul problema della sofferenza dei popoli e sul dramma di migliaia di persone in perenne movimento per necessità di sopravvivenza. Nel fare questo, Aceves invita anche noi a ricordare la nostra difficile storia in Occidente e a riconoscere che parte del nostro benessere e del nostro livello di civiltà derivano dallo sfruttamento altrui. Lapidarium diviene quindi un monumento ai “vinti”, uno spazio muto di riflessione per non dimenticare gli orrori commessi nel passato, e di monito a non ripeterli più: un monumento attraverso il quale rinascere migliori.

Gustavo Aceves mostra Lapidarium

In occasione della giornata inaugurale della mostra romana, Claudio Parisi Presicce, Sovrintendente capitolino ai Beni Culturali, ha commentato: «quella di Aceves è un'opera che affonda le radici nella storia visto che il cavallo è compagno dell'uomo nelle fasi di conquista ma anche di sconfitta. Roma aveva una quantità enorme di monumenti equestri che onoravano i vincitori, ma nello stesso tempo scandivano la sconfitta subita dai popoli conquistati. Questa mostra è molto importante dal punto di vista evocativo, perché racconta il dramma delle migrazioni, per di più attingendo a una tradizione iconografica molto antica».

Gustavo Aceves è uno degli artisti autodidatti messicani più importanti e riconosciuti all’estero, soprattutto in Europa. Il progetto di questa sua ultima esposizione “Lapidarium” si compone di quattro fasi, dalla produzione di quattro cavalli monumentali che sono naufragati al largo delle coste di Veracruz, Essaouira, Timbuktu e Istanbul ed è un progetto in divenire che attualmente è arrivato a 40 sculture singole, esposte a Roma.
Alla fine del suo percorso, che ad oggi ha avuto le tappe di Pietrasanta, Berlino (Porta di Brandeburgo) e Roma, «Lapidarium» arriverà a comprendere realizzazione ed esposizione di 100 cavalli.

Lapidarium è una mostra promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e dall’Ambasciata del Messico in Italia con il supporto del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo -  Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma e curata da Francesco Buranelli.

Gustavo Aceves mostra Lapidarium

 

Informazioni

Lapidarium
Dal 16 settembre 2016 all’8 gennaio 017
Mercati di Traiano
Orario: tutti i giorni ore 9.30 - 19.30

24 e 31 dicembre ore 9.30-14.00

La biglietteria chiude un’ora prima

Chiuso il 1° gennaio e 25 dicembre
www.mercatiditraiano.it/lapidarium

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sacro Urbano

Progetto itinerante
di Mario Alvarez

Online gallery

Rassegna stampa

La rassegna stampa di AmarilloArt

Il Libro della Terra

L’Albero del Libro

arbol del libro

Per il vostro Hosting veloce, fino al 50% di sconto con amarilloart siteground

AmarilloArt

AmarilloArt è un’associazione, un laboratorio culturale, che promuove l’arte e la creatività in tutte le sue forme.
Oltre alle attività e alle iniziative artistiche organizzate da AmarilloArt Gallery, si occupa della diffusione e dell’approfondimento di notizie culturali con AmarilloArt Magazine, della promozione di iniziative legate al libro e alla letteratura con AmarilloArt Letteratura e di tante altre attività, che troverete in parte documentate in questo sito.  [Condizioni d’uso e Privacy]  [Cookie Policy]


 

Contatti

Scrivici a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure CLICCA QUI
 

+39 05221601249

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.