Giornate Terra e Libro Mario Alvarez-ok

Art & foodMilano, fino al 1 novembre 2015
La multiforme relazione fra le arti e il cibo viene ripercorsa e analizzata nel Padiglione Arts & Foods l’unica Area tematica di Expo Milano 2015 realizzata in città e ospitata al Palazzo della Triennale. Arts & Foods mette a fuoco la pluralità di linguaggi visuali e plastici, oggettuali e ambientali che dal 1851, anno della prima Expo a Londra, fino ad oggi hanno ruotato intorno al cibo, alla nutrizione e al convivio.

Una panoramica mondiale sugli intrecci estetici e progettuali che hanno riguardato i riti del nutrirsi e una mostra internazionale che fa ricorso a differenti media così da offrire un attraversamento temporale, dallo storico al contemporaneo, di tutti i livelli di espressività, creatività e comunicazione espressi in tutte le aree culturali.
Con una prospettiva stratificata e plurisensoriale  Arts & Foods, a cura di Germano Celant e con l’allestimento dello Studio Italo Rota, cerca di documentare gli sviluppi e le soluzioni adottate per relazionarsi al cibo, dagli strumenti di cucina alla tavola imbandita e al picnic, dalle articolazioni pubbliche di bar e ristoranti ai mutamenti avvenuti in rapporto al viaggio per strada, in aereo e nello spazio, dalla progettazione e presentazione di edifici dedicati ai suoi rituali e alla sua produzione. Il tutto appare intrecciato alle testimonianze di artisti, scrittori, film makers, grafici, musicisti, fotografi, architetti e designers che, dall’Impressionismo e dal Divisionismo alle Avanguardie storiche, dalla Pop Art alle ricerche più attuali, hanno contribuito allo sviluppo della visione e del consumo del cibo.
L’itinerario della mostra, allestita negli spazi interni ed esterni della Triennale – 7.000 metri quadrati circa tra edificio e giardino –, suddiviso in quattro percorsi, segue gli argomenti che riguardano il cibo, la sua preparazione, la sua distribuzione e la sua condivisione, sia nella sfera privata che in quella pubblica. In mostra più di 15 ambienti e stanze dedicati ai luoghi del cibo attraverso la loro rappresentazione in quadri, arredi, oggetti, sculture, elettrodomestici, fotografie, menu, libri, copertine di dischi.

Una raccolta e un viaggio nel tempo che riflette creativamente il tema dell’Esposizione Universale di Milano, “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”, attraverso centinaia e centinaia di opere, oggetti e documenti provenienti da musei, istituzioni pubbliche e private, collezionisti e artisti da tutto il mondo.
“La Triennale di Milano è l’unica istituzione italiana che tratta le arti visive e applicate in modo multidisciplinare – ha affermato Claudio De Albertis, presidente della Triennale di Milano. Pertanto è stato naturale accogliere la proposta di Expo di produrre e realizzare la mostra ‘Arts & Foods’ e la VIII edizione del Triennale Design Museum dedicata al tema così necessario come quello di Expo. Infatti, con Silvana Annicchiarico direttore del Triennale Design Museum, abbiamo chiesto a Germano Celant insieme a Italo Rota di creare e progettare ‘Cucina & Ultracorpi’. Siamo sicuri che avremo un ottimo risultato sotto tutti i profili”.

"Siamo molto soddisfatti del percorso artistico proposto da ‘Arts & Foods’ – ha spiegato il Commissario Unico del Governo per Expo Milano 2015 Giuseppe Sala -. Grazie a questa Area tematica inserita nel contesto della Triennale non solo portiamo nel cuore di Milano il tema dell'Esposizione Universale, l'alimentazione, ma permetteremo agli amanti e agli appassionati di arte che durante i sei mesi dell'Expo visiteranno la nostra città di godere di opere uniche, che hanno segnato la storia. La collaborazione con le strutture museali di tutto il mondo è fondamentale nel progetto che Germano Celant ha disegnato. Siamo certi che il risultato sarà all'altezza delle attese e ci renderà orgogliosi di aver potuto ospitare una mostra di così importante valore internazionale".

"Arts & Foods coinvolge tutti i media e linguaggi: dalla pittura alla scultura, dal video all’installazione, dalla fotografia alla pubblicità, dal design all’architettura, dal cinema alla musica e alla letteratura. – ha dichiarato Germano Celant, curatore del Padiglione e dell’ottava edizione Triennale Design Museum - Si articola con un andamento cronologico che copre il periodo dal 1851 – data della prima Expo a Londra e dell’avvio della modernità – all’attualità, attraverso la creazione di ambienti dedicati ai luoghi e agli spazi del convivo, sia in ambito privato sia nella sfera pubblica – dalla sala da pranzo alla cucina, dal bar al cibo da viaggio – in cui arredi, oggetti, elettrodomestici e opere d’arte creano una narrazione di forte impatto visivo e suggestione sensoriale”.
In occasione di Expo Milano 2015, l’ottava edizione del Triennale Design Museum, propone ‘Cucina & Ultracorpi’, che vuole raccontare la lenta quanto inesorabile trasformazione degli strumenti tradizionali della cucina in macchine e automi. Un'armata d’invasori che, da metà del XIX Secolo con l'avvento dell'industrializzazione, è dilagata arrivando a sostituire molte pratiche del cucinare. L'intento è di ripercorrere l'evoluzione di cucine ed elettrodomestici in Italia, dalla prima emergenza documentabile fino al 2015, anche in relazione a episodi della progettazione internazionale e dell'industria estera".

 

Info

Arts & Foods – Rituali dal 1851
Palazzo della Triennale dal 9 Aprile fino al 1 Novembre 2015
A cura di Germano Celant
Progetto di allestimento: Studio Italo Rota

Progetto grafico: Irma Boom Office

Catalogo Electa

Orari: Lunedì - Domenica, dale 10 alle 23
Arts & Foods è l'unico Padiglione di Expo Milano 2015 in città.
Puoi visitare la mostra con lo stesso biglietto di Expo Milano 2015. L'ingresso alla Triennale è incluso.
La mostra Arts & Foods è inclusa anche nel biglietto di “Cucine & Ultracorpi" - Ottava Edizione del Triennale Design Museum.

www.triennale.org


Art & foods Giorgio Morandi
Giorgio Morandi. Natura morta, 1941, Museo Morandi, Bologna.

Art & foods James Ensor
James Ensor. Nature morte au canard, 1880, Collection Musée des Beaux-Arts de la Ville de Tournai, Torunai.

Art & foods Claude Monet
Claude Monet. Der Koch (Le Chef Père Paul), 1882.

Art & foods George Braques
George Braque. Natura morta con Clarinetto, grappolo d’uva e ventaglio, 1911 ca., Soprintendenza alla Galleria d’arte moderna e contemporanea, Roma, Archivio Fotografico.

Art & foods Vittoriale
Zambrocca del Vittoriale. Fondazione Il Vittoriale degli Italiani Gardone Riviera.

Art & foods Warhol
Andy Warhol & The Velvet Underground. The Velvet Underground, 1966-1967.

Art & foods Mimmo Rotella
Mimmo Rotella. Arachidina, 1963, Collezione privata, Milano.

 

 

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.